Archivio tag | estate

Vincere e perdere

vincereEcco, ecco ho realizzato i miei sogni… Quasi tutti, la parte più grossa…

E ora, ora posso abbandonare un’altra estate a fare tutto tranne che fermarmi al mare, ad affogare i pensieri nel sale.

E cammino e spendo soldi che non ho in simpatiche fughe dalla realtà. E allora cerco qualcosa dentro i libri e non devo più studiare e cosa devo fare?

Cerco te sotto le coperte, sotto lenzuola troppo spesse, rese pesanti dalle mie lacrime… E ho pianto così da disidratarmi e non più un liquido nel mio corpo e avrei voluto che fosse vodka a scorrermi nelle vene, per dimenticarmi di esistere. Ma ho vinto. Ho vinto contro tutti, contro chi mi ha screditato, chi mi ha resa debole, chi ha provato a conoscermi e non ci è riuscito, chi è convinto che quello che ha visto sia sufficiente a definirmi.

E ho vinto io, a letto ho vinto io, nei libri che ho letto ho vinto io e con te, con te ho vinto io. E le tue mani grandi da musicista che provano a conoscermi e ancora sbagliano mira e non sanno abbracciarmi.

Ho vinto io, stavolta ho vinto io.

Lasciami godere questa mia sconfitta.

Annunci

Va bene così

imagesNon ho niente da scrivere in questo vuoto estivo che ha permeato le mie continue perdite di tempo, vergognosamente alla rincorsa del sole che non sono riuscita a prendere, neanche quest’anno, di nuovo…

Mi piace convincermi di essere una persona da vie di mezzo, invece non è così, o è bianco o è nero… Ma ci sono così tanti tipi di grigio, e lo sa bene chi ha mai provato a leggere una volta una TC, la densità non è solo un colore, ma anche un valore numerico, come un ictus, ipodenso…

Come si calcola la fortuna, che sfumatura ha? La possiamo trovare con un esame diagnostico? C’è un marcatore tra gli ematochimici?

Non mi ritengo una persona di quelle fortunate davvero, che riescono a fare successo con pochi sforzi, ma so di essere fortunata sulle piccole cose, perchè sono consapevole di quello che ho intorno, è questo è già un grande successo…

Sono cresciuta tra il sentirmi in imbarazzo e i rimpianti, ma ora va bene così…

Stasera va bene così…

Affogare

imagesCambiano le cose… Siamo andati al mare, siamo fuggiti da questa pioggia che ci era entrata nelle ossa, e il freddo… Ormai anche la speranza si era persa… Non restava niente… Siamo andati al mare, con le sofferenze che caratterizzano il mare, con i sassi che graffiano i piedi e con la tua incapacità di stare a galla senza rotolare… Sei buffo e dolce.

So di più di te… Ho visto la tua vera casa, e respirato l’aria del tuo mare che è così diverso dal mio, che gira intorno a qualcos’altro, qui sai che il mare è a est… Andiamo a Est, sempre a Est… Ho visto l’alba, il sole che sorgeva dal mare, e tu dormivi… Ti ho stretto la mano… Ci siamo, è il momento… 

Ma quando si torna a casa le cose precipitano, la pioggia ha cambiato tutto.

Per nessuno è stata estate, per noi meno degli altri…

Lasciati abbracciare un po’ di più stanotte…